Noi Cittadini

l'altro punto di vista

Da un anno, o forse più, i sindaci dei sei comuni coinvolti nel progetto stanno lavorando sullo statuto, da un anno e più i consigli comunali non sono stati minimamente coinvolti, anche se spetta a loro approvare la proposta, figuriamoci i cittadini.

Intanto della cosa se ne parla, qualche informazione esce sui giornali ma di discussioni nemmeno l’ombra, alla fine del 2013 viene presentata in commissione una bozza dello Statuto che però, ci viene detto, è ancora tutta da discutere, apprendiamo sulla stampa che parrebbero esserci varie ipotesi attorno alle quali sembra non si riesca a trovare un accordo.

Ovviamente di questi confronti e di queste discussioni i consiglieri (che sarebbero quelli che lo Statuto dovrebbero votare) sono tenuti all’oscuro.

Provo a rompere il silenzioinviando una richiesta, a tutti i consiglieri di tutti i comuni, per cercare di fare uscire il dibattito dalle segrete stanze e coinvolgere i cittadini in questa importante decisione, inoltre facci presente che siamo a scadenza di manato e che mi sembra più che inopportuno che consigli in scadenza approvino un atto così importante; qualche riscontro l’ho avuto da alcuni consiglieri ma la maggioranza che governa i sei comuni tace.

Presento allora la proposta in consiglio comunale, ovviamente bocciata motivazione: è una cosa complessa per essere dibattuta pubblicamente, il nostro compito invece è di spiegare quanto buona e giusta l’unione, di più c’è anche chi ha detto che certe decisioni vanno prese in pochi (e cita il sublime accordo Renzi Berlusconi sulla legge elettorale).

Il 19 febbraio viene nuovamente convocata una commissione sul tema, non ci viene inviato nessun materiale e in corso di seduta ci viene consegnata una fotocopia di una probabile bozza del probabile Statuto, faccio presente, e altri consiglieri concordano con il sottoscritto, che non è possibile discutere su del materiale che non si ha nemmeno avuto il tempo di leggere, commissione terminata con la promessa che ci sarebbe stato inviato il file a stretto giro di posta elettronica.

Mercoledì 25 non avendo ancora ricevuto nulla sollecito l’invio del materiale, mi si risponde che è in fase di riscrittura a seguito dell’accordo raggiunto tra i sindaci (e i consiglieri che dovrebbero votarlo?) e i sindacati, a stretto giro di posta mi arriva un’altra comunicazione che mi segnala che l’accordo con i sindacati difficilmente può essere stato raggiunto, anche perché l’incontro è fissato per l’otto marzo. Ma non finisce qui apprendo da una telefonata di un consigliere di un altro comune che domani il Consiglio dell’Unione (quello composto da i quattro comuni montani nella quale il nostro comune dovrebbe confluire con Ozzano) approverà lo Statuto.

Partecipazione dei cittadini? No non sono pronti a discussioni così difficili, li educheremo poi.

Partecipazione dei consiglieri? Ma stiamo scherzando, quelli devono ratificare e zitto.

 

Questo è il modo di governare di questi pufaroli, questo è il modo di governare che Noi Cittadini vogliamo dimenticare.

Visualizzazioni: 139

Commento

Devi essere membro di Noi Cittadini per aggiungere commenti!

Partecipa a Noi Cittadini

Commento da Lorenzo Bolognini su 26 Febbraio 2014 a 14:28

Altra manovra che poi non potrà tornare indietro? E alla fine chi paga tutto questo? I cittadini devono essere parte attiva nelle scelte che li coinvolgono!

Salviamo il paesaggio

Forum Italiano dei Movimenti Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori

Sabato 29 Ottobre abbiamo dato vita formalmente ad un nuovo importante soggetto nazionale: il Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio e al contemporaneo avvio della nuova campagna nazionale "Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori".

Il resoconto della giornata su questo link

mentre su questo link la registrazione filmata degli interventi principali

© 2019   Creato da massimo bertuzzi.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

Privacy Policy